Cerca

Sanita': medici dirigenti a Polverini, grave stato Ssr

Cronaca

Roma, 20 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Stabilizzazione dei precari, sblocco del turnover, riorganizzazione della rete ospedaliera: sono queste alcune 'spine' del sistema sanitario regionale del Lazio che i sindacati della dirigenza medica della regione hanno voluto porre all'attenzione del presidente della Giunta e commissario alla Sanita' Renata Polverini. Le organizzazioni sindacali hanno infatti inviato una lettera al governatore per denunciare il "grave stato" in cui versa la sanita' regionale, alla luce anche del via libera del decreto 40, quello relativo all'autonomia aziendale delle Asl della Regione. L'Intersindacale denuncia soprattutto una mancanza di dialogo tra le parti.

Per i sindacati il provvedimento approvato "e' addirittura peggiorativo della proposta sottoposta a noi, specialmente per l'area tecnico/amministrativa. Ci era stato garantito che avremmo avuto modo di confrontarci sull'atto di indirizzo prima della firma, invece abbiamo subito questo decreto emanato ancora una volta in maniera unilaterale". E ancora: "Ci aveva garantito, sin da ottobre 2010 - scrivono i sindacati alla Polverini - che avrebbe aperto il confronto sulla riorganizzazione della rete ospedaliera e dell'emergenza in quanto lo stesso era perfettibile. Ma a distanza di nove mesi non ha partorito neanche un incontro su questo argomento".

Per i rappresentanti dei camici bianchi del Lazio, la collaborazione tra l'Intersindacale e la Regione "ha consentito solo di ritardare il licenziamento dei colleghi precari negli ospedali rinviando il grave problema al 31 dicembre 2011". Ma anche su questo punto chiedono pero' di "avviare immediatamente quanto concordato il 27 maggio scorso e di non rinviare a poche settimane prima della scadenza il tavolo tecnico. Altrimenti - aggiungono - e' lecito pensare che, grazie al regolamento sulla mobilita', si voglia procedere, a partire dal primo gennaio 2012, alla sostituzione dei dirigenti precari con i dirigenti messi in mobilita' dal decreto 80". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog