Cerca

Ministeri, Polverini e Alemanno firmano petizione

Politica

Roma, 20 giu. (Adnkronos) - Il presidente della Regione Lazio Renata Polverini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno hanno firmato a piazza della Rotonda al Pantheon la petizione popolare per mantenere i ministeri nella Capitale.

La prima firma è stata quella di Renata Polverini, promotrice dell' iniziativa. "Naturalmente la petizione è aperta a tutti. I rapporti tra Pdl e Lega sono complessi, ieri Bossi ha detto anche cose giuste e condivisibili - ha detto la presidente del Lazio - sulle riforme fiscali e sul sostegno alle piccole e medie imprese, su questi temi è possibile la sintesi". "La cosa che mi dispiace - ha proseguito Polverini - è che si è aperto un dibattito sui ministeri solo con finalità ideologiche e propagandistiche, nessuno parla di cosa significherebbe per le famiglie. Immaginate un Consiglio dei ministri convocato d'urgenza, i ministri si dovrebbero spostare rapidamente perdendo tempo e risorse".

Anche il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini ha firmato la petizione. "Roma è la capitale d'Italia, non c'è bisogno di nuovi sprechi, non c'è bisogno di buffonate ma serve serietà", ha detto il leader dell'Udc.

Per il ministro della Difesa Ignazio La Russa, Polverini e Alemanno ''si bagnano prima che piova''. Comunque ''se volessero mettere in discussione il ruolo di Roma Capitale troverebbero in me un fiero nemico'', ha aggiunto La Russa, ricordando che era proprio il Governo Berlusconi ad avere fatto ''Roma Capitale anche con il voto della Lega''.

Il Pd, da parte sua, presenterà un ordine del giorno, domani durante il dibattito sulla fiducia al dl sviluppo, sui ministeri al nord. "Visto come sono andate le amministrative e i referendum, se vogliono tornare a Monza e nel Nord lo faranno il prima possibile, ma senza i ministeri", ha detto il capogruppo Dario Franceschini. "Li porteremo al voto in aula perché finisca questa sceneggiata", ha detto il capogruppo del Pd che, sul raduno di ieri a Pontida, aggiunge: "Sembra il film con Abatantuono 'Attila e gli unni'. Questo è stato Pontida 2011".

Analoga iniziativa nel Pdl. "Domani ci sarà anche un ordine del giorno del Pdl al decreto sviluppo contro lo spostamento dei ministeri", ha annunciato il sindaco di Roma Gianni Alemanno.

Mentre l'"Italia dei valori ha presentato due mozioni per impegnare il governo a non trasferire i ministeri al Nord e per il ritiro delle truppe dall'Afghanistan e dalla Libia". Ad annunciarlo il presidente vicario del gruppo Idv alla Camera Antonio Borghesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog