Cerca

Tunisia: Ben Ali, non sono fuggito ma mi hanno ingannato

Esteri

Tunisi, 20 giu. - (Adnkronos/Aki) - L'ex presidente tunisino Zine al-Abidine Ben Ali, deposto il 14 gennaio scorso dopo un mese di rivolte popolari, non e' fuggito dal suo Paese, ma e' stato ''ingannato'' e per questo non ha potuto fare ritorno in patria. E' quanto ha dichiarato lo stesso ex capo di Stato con un comunicato affidato a uno dei suoi cinque avvocati difensori nominato d'ufficio, Jean-Yves Le Borgne, e letto oggi nel corso del processo iniziato a Tunisi in contumacia.

Secondo la ricostruzione fornita da Ben Ali, l'ex presidente decise di trasferire la sua famiglia in Arabia Saudita per questioni di sicurezza. La sua intenzione era quella di rientrare in Tunisia immediatamente, ma l'aereo sul quale volava riparti' senza di lui, ''disubbediendo alle mie istruzioni''. ''Ho lasciato Tunisi con l'inganno'', ha detto Ben Ali.

L'ex capo di Stato ha anche negato di aver ordinato di sparare sui manifestanti il che, ha detto, puo' essere dimostrato attraverso la registrazione delle conversazioni tra la presidenza, il ministero degli Interni e altri ministeri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog