Cerca

Toscana: Censis, dalla crisi opportunita' per una regione piu' competitiva

Economia

Firenze, 20 giu. - (Adnkronos) - Una regione stabile, equilibrata, coesa, che ha inca ssato il duro colpo inferto alla sua economia dalla crisi tuttora in atto, sapendo pero' contenere le perdite, tenendo a freno l'emorragia di posti di lavoro e salvaguardando la presenza della grande industria e la tenuta delle imprese medio-piccole. Una regione che ora deve evitare, nella fase delicata della fuoruscita dalla crisi, di passare dalla stabilita' alla staticita', che deve far evolvere in positivo le caratteristiche che ne hanno fatto, in passato, un modello di benessere e di equilibrio sociale ed economico.

Quella descritta dal rapporto Censis e', in altre parole, una Toscana in bilico, che deve assolutamente scongiurare ritorni indietro ma guardare con determinazione al futuro. Metterla sulla buona strada, renderla in grado di compiere quello scatto di competitivita' indispensabile per rimettere in moto lo sviluppo e', oggi piu' che mai, compito di chi ha la responsabilita' del governo, a livello regionale e locale. Una fase difficile.

''E' una fase difficile ma proprio per questo pensiamo che la sfida sia all'altezza del nostro impegno - commenta l'assessore alle attivita' produttive della Regione, Gianfranco Simoncini - in questo senso l'indagine del Censis, che sonda gli umori della societa' toscana interrogando i suoi protagonisti in tutti i settori e in tutte le sue componenti, e' per noi uno strumento prezioso e di grande interesse. Ma e' anche una conferma che stiamo lavorando nella direzione giusta''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog