Cerca

Toscana: Censis, dalla crisi opportunita' per una regione piu' competitiva (2)

Economia

(Adnkronos) - ''Da un lato infatti ci conferma negli obiettivi che ci siamo dati e che sono le linee portanti del Prs che puntano ad uno sviluppo sostenibile, a rilanciare la competitivita' dell'industria sui mercati nazionali e internazionali, ad attrarre nuovi investimenti anche da fuori regione, a conquistare i nuovi mercati emergenti grazie a produzioni e processi innovativi e di qualita'. Dall'altro - aggiunge Simoncini - ci conforta nella scelta degli strumenti, che abbiamo individuato e stiamo mettendo in campo: in particolare di quelli a sostegno del lavoro e delle imprese, dalla priorita' data alla salvaguardia e al rilancio del manifatturiero e della grande industria visti come leva essenziale per lo sviluppo, al forte accento sull'innovazione, sulla ricerca e il trasferimento tecnologico, sulla formazione, sul sostegno alla crescita dimensionale e all'internazionalizzazione delle imprese, sul potenziamento delle infrastrutture e dei servizi''.

Il Censis ha interrogato i toscani sul grado di soddisfazione per le propria citta' (70,4%).della propria abitazione (90%), traendone la conclusione che quella della Toscana e' una societa' soddisfatta di se' stessa, quindi stabile (solo il 7,9% ha cambiato lavoro negli ultimi tre anni e il 2,6% ha cambiato casa).

Ma questo livello di appagamento potrebbe - ed ecco il rischio - farla scivolare nell'appagamento: per il 54,7% la Toscana e' una regione a benessere diffuso dove prevale un certo immobilismo. Ma le risorse per reagire ci sono: il 45,3% ritiene vi siano ampi spazi per innovazione e creativita'. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog