Cerca

Bologna: Marri (Udc), su matrimonio Gay Merola cerca di blandire ira Lgbt

Cronaca

Bologna, 20 giu. - (Adnkronos) - Il sindaco di Bologna Virginio Merola, "nell'intento di blandire l'ira delle associazioni Lgbt conseguente alle sue recenti dichiarazioni, rafforza il suo favore a riconoscimento del diritto al matrimonio delle persone gay, lesbiche e transessuali, ma al tempo stesso conferma che e' il matrimonio che da' valore alle relazioni nel riconoscimento dei doveri oltre che dei diritti e che dando veste giuridica ai legami si assume una piena e chiara responsabilita' verso la societa' tutta". E' quanto afferma la coordinatrice provinciale dell'Udc di Bologna Maria Cristina Marri, commentando le parole del primo cittadino prounciate nel corso dell'incontro di chiarimento tenutosi oggi a Palazzo D'Accursio con le associazioni del mondo gay.

"Il vincolo matrimoniale pero' non deve avere, come pare credere il sindaco, finalita' di azioni di cura, ma un comune progetto di vita avente come primo fine la procreazione e possibile quindi solo tra uomo e donna" prosegue Marri, convinta che se Merola "vorra' mantenere un minimo di coerenza rispetto alle dichiarazioni sin qui fatte, potra' farlo adottando la proposta del Forum delle associazioni famigliari, che prevede una rivisitazione delle tariffe sinteticamente definita 'fattore famiglia', che adotta un innovativo meccanismo di riconoscimento dei carichi familiari".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog