Cerca

Toscana: Mugnai (Pdl) interroga Regione su prelievi di sangue (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Insomma, i pazienti non mancano davvero. Di tutto questo da' conto l'interrogazione di Mugnai e dei suoi colleghi che citano ad esempio il caso del distretto di Calenzano, il cui laboratorio analisi di riferimento e' quello di Torregalli: ''Qui le provette restano in attesa per oltre due ore - si legge nell'interrogazione - e arrivano al laboratorio di Torregalli dopo un tragitto medio di un'altra mezz'ora''.

Si tratta di un lasso di tempo in cui il campione da analizzare ''potrebbe finire compromesso'', soprattutto visto che quello di Calenzano e' ritenuto ''un distretto minore e quindi non soggetto a giri di trasporto provette frequenti come altrove''. Se poi a questo si aggiunge ''la carenza di personale infermieristico'' che si e' combinata a volte con ''l'assenza per malattia di personale amministrativo per l'accettazione'', ecco che l'ingolfamento e' assicurato.

In questo caso come in altri simili, come rimediare? Vogliono saperlo Mugnai e i suoi colleghi del Pdl, che alla Giunta regionale chiedono di conoscere ''le nuove procedure per i prelievi adottate dall'Azienda fiorentina'', ma anche ''quali rimedi la Asl intenda adottare per evitare che l'utenza sia costretta a ripetere gli esami dato che dopo due ore lo stato di conservazione dei campioni di sangue diviene tale da rendere il risultato dell'analisi scarsamente attendibile''. Complessivamente Mugnai, Donzelli, Fuscagni, Nascosti, Marcheschi e Villa chiedono alla Regione ''se ritenga opportuno intervenire con proposte che evitino le attese anche attraverso la prenotazione dei prelievi e con l'aumento di personale infermieristico''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog