Cerca

Contratti: Carbonato, serve riforma radicale sistema relazioni industriali

Economia

Torino, 20 giu. - (Adnkronos) - "Le condizioni di competitivita' e governabilita' della fabbrica hanno messo a nudo i limiti di un sistema negoziale condizionato da vecchi riti e presunti poteri di veto", per questo "occorre una riforma radicale del sistema delle relazioni industriali che attualmente non e' piu' adeguato ne' agli impegni economici ne' alla nuova situazione di conflitto e di competizione in atto fra le diverse organizzazioni sindacali". A sottolinearlo il presidente dell'Unione industriale di Torino, Gianfranco Carbonato che intervenendo all'assemblea annuale ha evidenziato che "il nodo della rappresentativita' sindacale e' quello su cui bisogna intervenire in maniera piu' urgente".

"Le regole di ieri quando la politica sindacale era tendenzialmente unitaria, non valgono piu' in un momento di profonda divisione delle confederazioni e delle organizzazioni di categoria -ha proseguito- ci vuole quindi un nuovo quadro che fissi con precisione i criteri a cui deve rispondere la rappresentativita' sindacale. L'esigibilita' delle norme previste dai contratti collettivi deve impegnare tutti i sindacati prevedendo clausole di responsabilita' verso le eventuali violazioni ed e' necessario -ha concluso- rivedere le regole affinche' il mondo sindacale, in tutte le sue articolazioni ed espressioni, sia responsabile degli accordi e della loro applicazione. Se faremo questo sono convinto che avremo dato un contributo all'efficienza delle imprese, migliorato le condizioni dei lavoratori e favorito anche il rilancio della contrattazione collettiva aziendale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog