Cerca

Firenze: Galli, Renzi scarica sue colpe su governo nazionale

Politica

Firenze, 20 giu. - (Adnkronos) - ''Presentando il bilancio 2011, il sindaco Renzi ha attaccato, come sua consuetudine, praticamente ognuno dei suoi partner. Il Governo per non aver mantenuto l'impegno sulla legge speciale, dimenticando i 4 milioni arrivati al Maggio Musicale col reintegro del Fus, ma soprattutto la tassa di scopo, che portera' al Comune circa 10 milioni di euro per quest'anno, e 20 dall'anno prossimo; la Regione per i tagli al tpl; Ferrovie per la Tav; i privati per la tramvia; i comuni della Piana che impediscono lo sviluppo dell'aeroporto, e addirittura il suo stesso partito, il Pd, che da Prato boccia la nuova pista di Peretola''. Lo afferma il capogruppo del Pdl al Consiglio comunale di Firenze, Giovanni Galli.

''Ancora una volta, Renzi ha scelto la strategia di attaccare gli altri per nascondere i suoi stessi errori - accusa Galli -. Il sindaco che accusa gli altri di non mantenere le promesse, dovrebbe ricordarsi del suo 'no al multificio' in campagna elettorale: risultato? Oltre cento milioni di multe in due anni. Il sindaco che vende il patrimonio immobiliare (o meglio ci prova, visti gli scarsissimi risultati fin qui) e incassa la tassa di scopo per pareggiare i conti che non tornano nelle casse comunali ha pero' lezioni da dare a tutti...''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog