Cerca

Torino: processo Grinzane, teste accusa Soria gonfiato prezzi immobili Premio

Cronaca

Torino, 20 giu. (Adnkronos) - Gonfiare i prezzi degli immobili che doveva acquistare il Premio Grinzane Cavour per pagare la sua casa a meta' prezzo. E' quello che avrebbe fatto Giuliano Soria, patron del Premio, secondo il racconto fatto oggi in aula a Torino da Achille Benazzo, commercialista e amministratore delegatodella societa' immobiliare che ha curato la vendita, a Soria e al Premio, degli appartamenti di via Montebello, in centro citta'. Bernazzo e' stato ascoltato oggi come teste per l'accusa nel processo che vede Giuliano Soria imputato per malversazione, violenza sessuale verso il suo maggiordomo e maltrattamenti nei confronti di dipendenti e collaboratori del Premio.

Insieme a lui sono imputati per malversazione, anche il fratello Angelo, funzionario della Regione Piemonte, e il cuoco Bruno Libralon. Davanti ai pm Valerio Longi e Gabriella Viglione, Benazzo ha ripercorso le vendite immobiliari a cui ha fatto da intermediario per Soria e per il Premio Grinzane: gli uffici al primo piano furono pagati dal Premio quasi 2 milioni e mezzo di euro mentre quelli al quinto piano poco piu' di un milione e 300 mila euro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog