Cerca

Omicidio Scazzi: legali Cosima, ricordi testimoni alterati e condizionati

Cronaca

Taranto, 20 giu. (Adnkronos) - Secondo gli avvocati Luigi Rella e Franco De Jaco, legali di fiducia di Cosima Serrano, la zia di Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto del 20101 ad Avetrana, in provincia di Taranto, ''tutte le dichiarazioni/sommarie informazioni raccolte nel presente procedimento devono essere valutate con particolare diffidenza e sospetto. Purtroppo il clamore mediatico e lo 'strepitus fori' provocato dalla notizia della scomparsa e, poi, della morte di Sarah Scazzi, in un piccolo comune a vocazione prettamente agricola, ha inevitabilmente alterato, condizionato e suggestionato i ricordi delle persone''. Lo scrivono nella memoria difensiva presentata davanti al Tribunale del Riesame del capoluogo jonico che questo pomeriggio ha rigettato il ricorso contro l'ordinanza di custodia cautelare a carico della loro assistita accusata di concorso morale in omicidio.

''Sintomatico - argomentano i due legali - e' il progressivo 'aggiustamento' delle singole dichiarazioni. Oltre all'indiscutibile impatto emotivo della vicenda, ogni dichiarante ha rielaborato e visto rielaborare il proprio ricordo da trasmissioni televisive, 'chiacchiere da bar' e confronti familiari, con inevitabili ricadute sulla genuinita' di detto ricordo e sulla credibilita' ed attendibilita' delle dichiarazioni rilasciate da tali soggetti, di cui, e' bene chiarirlo, non si mette in dubbio la buona fede''.

''Peraltro, tutti riferiscono fatti di vita quotidiana, che al momento in cui si sono verificati erano sostanzialmente di mera routine ed insignificanti, non cioe' tali da destare particolare attenzione; tali fatti hanno acquisito progressivamente rilevanza - sostengono Rella e De Jaco - solo a distanza di tempo e dopo che si era verificata la scomparsa di Sarah, con tutto il conseguente allarme che ne era derivato''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog