Cerca

Rapporto Migrantes: cresce popolo italiani all'estero, sono oltre 4,1 mln

Cronaca

Roma, 21 giu. (Adnkronos) - Cresce il popolo degli italiani all'estero. I connazionali che hanno lasciato il Belpaese, mantenendo o acquisendo la cittadinanza, sono 4 milioni 115.235, con un balzo in avanti di quasi 90mila persone nell'arco di un anno. i dati sono contenuti nel VI Rapporto della Fondazione Migrantes sull'emigrazione, presentato stamani a Roma.

Gli italiani 'forestieri' sono concentrati in larga misura in Europa (2 milioni e 263 mila) e in America (1 milione e 629 mila), ma hanno realizzato consistenti insediamenti anche in altri contesti, come in Sudafrica e in Australia, mentre, con numeri piu' contenuti, sono presenti praticamente in tutti i paesi del mondo. Continua a crescere la presenza femminile, che si attesta al 47,8%, mentre si registra un calo fra le persone piu' avanti con gli anni: il 18,6% nel 2011 ha piu' di 65 anni, contro il 19,2% dell'aprile 2010. In Italia la percentuale e' di quasi due punti in piu'. Di contro, aumentano i minorenni (16%, ma erano 15,4% nel 2010) e, anche se di poco, i celibi/nubili (53,5% rispetto al 53,4% nel 2010).

Nel fare le valigie per lasciare l'Italia, il meridione batte il Nord del Paese. Con quasi 1,5 milioni di emigrati, il Sud Italia e' infatti l'area d'origine principale degli attuali cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'Aire, l'Anagrafe degli italiani all'estero. Si tratta del 35,2%, mentre sono circa 768 mila gli isolani (18,7%), 645 mila circa gli originari del Nord Est (15,7%), 13 mila in meno quelli del Nord ovest (15,4%) e 622 mila gli originari del Centro Italia (15%). Complessivamente il 53,9% degli iscritti all'Aire, all'inizio del 2011, sono originari del Mezzogiorno d'Italia, il 15% del Centro Italia e il 31,1% del Nord. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog