Cerca

Immigrati: Fondazione Moressa, anche gli imprenditori stranieri soffrono la crisi

Economia

Venezia, 21 giu. (Adnkronos) - La crisi ha toccato anche le imprese condotte da stranieri e l'eccessiva burocrazia, il ritardo dei pagamenti e il problema di accesso al credito sono gli ostacoli che denunciano gli imprenditori stranieri che lavorano in Italia. Essi chiedono alle istituzioni interventi tesi alla riduzione del carico fiscale, burocratico e a un maggiore sostegno agli investimenti. Questi alcuni dei risultati di un'indagine rivolta a 500 imprenditori stranieri in Italia realizzata dalla Fondazione Leone Moressa che ha delineato un quadro dello stato di salute delle imprese straniere e delle prospettive per il futuro, tracciando l'identikit degli imprenditori e le caratteristiche delle attivita' che essi gestiscono.

Gli imprenditori stranieri hanno sofferto ''abbastanza'' la crisi economica, piu' al Centro che al Nord, piu' nell'edilizia che nei servizi alle persone. Le attivita' imprenditoriali sono state penalizzate soprattutto dai problemi di liquidita' legati al ritardo dei pagamenti (27,4%), all'eccessivo carico burocratico (27,8%) e in parte a difficolta' di accesso al credito (12,8%). La riduzione dell'imposizione fiscale, accanto all'alleggerimento del carico burocratico sono senza dubbio gli interventi piu' auspicabili da parte degli intervistati per facilitare l'inserimento degli imprenditori stranieri nel sistema economico italiano (39,1% e 36,4%).(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog