Cerca

Beni culturali: Galan inaugura la cinquecentesca Villa dei Vescovi restaurata (2)

Cultura

(Adnkronos) - Oggi, dopo un complesso restauro durato piu' di quattro anni e costato oltre 6,5 milioni di euro, il Fai apre Villa dei Vescovi al pubblico. La proposta che il Fondo Ambiente Italiano suggerisce ai visitatori e' quella di fare di questa Villa il proprio 'pensatoio', dove ammirare la bellezza dell'architettura, godere del paesaggio circostante, ma anche dove poter ''perdere tempo'', meditare, leggere, partecipare a eventi culturali.

Al momento della donazione, la Villa sembrava pronta ad accogliere i visitatori. In realta' aveva bisogno di nuove attenzioni - importanti problemi di statica, impianti tecnologi superati e in parte non piu' funzionanti, gravi danni agli intonaci esterni e interni. Per questi lavori di restauro sono state fatte scrupolose indagini, si e' ricorsi a rilievi topografici e planoaltimetrici, ad analisi storico-documentarie e di identificazione dei materiali. E la Villa ha restituito segreti nascosti, come una necropoli altomedievale con decine di sepolcri: un lavoro che ha permesso di riscrivere la storia di Villa dei Vescovi.

Per l'intervento di recupero il maggior aiuto e' arrivato proprio dal territorio padovano grazie al fondamentale contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha sostenuto e seguito con grande impegno questo progetto, cosi' come Arcus S.p.A. e Fiordaliso- Marco Brunelli e Gruppo Rinascente. E grazie al sostegno di Fondazione Antonveneta, Fondation Segre', Benetton Group, World Monuments Fund, Fondazione Berti per l'Arte e per la Scienza, Viabizzuno, Friends of Fai e grazie anche alla Regione del Veneto, alla Provincia di Padova, al Comune di Padova e alla Camera di Commercio di Padova, si sono potutti effettuare i lavori di restauro. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog