Cerca

Caso Maricica: Corte affida perizie su morte (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Nel corso dell'udienza che vede Alessio Burtone imputato per omicidio preterintenzionale hanno deposto tre testimoni citati dal pubblico ministero. Le dichiarazioni di due delle persone interrogate sono apparse alla difesa dell'imputato Fabrizio Gallo e Gianantonio Minghelli troppo contrastanti, soprattutto per quanto riguarda la dinamica dello scontro, il fermo di Burtone e i soccorsi prestati a Maricica.

In particolare i due penalisti hanno annunciato oggi di voler denunciare alla Procura entrambe le persone ascoltate. Sono Manuel Milanese, ufficiale di polizia giudiziaria in quanto in servizio nella guardia costiera che blocco' Burtone mentre si allontanava dal punto in cui la romena era caduta a terra consegnandolo poi ad un vigile urbano e Carla Nimata Akakpo. E' una studentessa del Togo a Roma. Vide la donna a terra e contemporaneamente una persona (Milanese) che bloccava Burtone. Fu lei a chiamare il 118 allontanandosi poi dal punto dello scontro. Il contrasto secondo la difesa tra le due versioni circa quanto accaduto e' profondo.

In precedenza la Corte aveva ascoltato anche Paola Carocci. E' la cassiera del bar interno alla stazione Anagnina. Ha ricordato che l'inizio della lite tra Burtone e Maricica avvenne all'interno. Ci fu uno scambio di invettive tra i due e il primo a lasciare il bar fu Burtone seguito dalla donna. La testimone ha detto di non aver visto lo scontro fuori del bar. Arrivo' una ragazza che aveva visto la scena e a terra immobile la romena. Prossima udienza il 30 ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog