Cerca

Teatro: occupanti del Valle lanciano 'contagio' a tutte le citta' d'Italia

Spettacolo

Roma, 21 giu. (Adnkronos) - ''Occupiamo un teatro in ogni citta'''. E' questa l'iniziativa di 'contagio' che gli occupanti del Teatro Valle di Roma, nell'ottavo giorno di occupazione, lanciano a tutti i lavoratori dello spettacolo, partendo dalla frase che lo scrittore Andrea Camilleri ha lanciato alcuni giorni fa proprio dal palcoscenico dello storico teatro romano: ''E' dal contagio che puo' nascere una rivolta cultuerale''.

''A dicembre -affermano gli occupanti in una nota- dopo gli ennesimi tagli alla cultura, le istituzioni hanno perso ogni credibilita'. Per eta', per percorsi professionali, per pratiche politiche sentiamo che nessuno ci rappresenta. E' necessaria un'assunzione di responsabilita' da parte di tutti noi. I diritti non si chiedono, si conquistano''.

''Il 14 dicembre -ricordano- siamo scesi in piazza come lavoratrici e lavoratori dello spettacolo a fianco di studenti, ricercatori e precari. Dopo sei mesi di pratiche di lotta e di percorsi condivisi, il 14 giugno abbiamo occupato il Teatro Valle di Roma''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog