Cerca

Libia: Nato, sugli incidenti ci mettiamo la faccia

Esteri

Napoli, 21 giu. - (Adnkronos) - "Quando capita un incidente ci mettiamo la faccia, ci presentiamo a voi e ne parliamo". Lo ha dichiarato il portavoce Nato per l'operazione Unified Protector Mike Bracken, nel corso di una conferenza stampa alla base di Napoli-Bagnoli, commentando l'esplosione avvenuta a nord di Tripoli nella quale avrebbero perso la vita alcuni civili. "Puo' succedere che a volte il sistema missilistico non funzioni. - ha aggiunto - Anche una singola perdita di un civile per noi e' una tragedia, rimpiangiamo quanto successo".

Interpellata sui dubbi espressi circa la missione dal ministro degli Esteri Franco Frattini, secondo cui gli errori minano la credibilita' della Nato, e dalla Raf inglese, secondo la quale sara' difficile proseguire l'operazione oltre settembre, la portavoce Nato Oana Lungescu ha detto che "il segretario generale ha incoraggiato a continuare la missione, tutti i Paesi sono d'accordo nel mettere a disposizione tutti i mezzi fino alla fine dell'operazione. Il dibattito interno e' naturale e non interferiremo".

"Se una nazione vorra' ritirare il suo supporto, le altre nazioni faranno fronte alla lacuna", ha aggiunto Bracken.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog