Cerca

Mafia: Vizzini (Pdl), sorte boss e' poveri e in galera

Cronaca

Palermo, 21 giu. - (Adnkronos) - "Ancora sequestri di beni per mafia a due imprenditori, grazie all'attivita' dei magistrati e della Dia di Palermo. E' la dimostrazione che questi soggetti, gia' assicurati alle patrie galere, vengono privati di un patrimonio accumulato illecitamente e che dunque 'poveri ed in galera' e' la sorte di tutti gli esponenti della mafia". Lo dice il senatore del Pdl, Carlo Vizzini, presidente della commissione Affari costituzionali del Senato commentando il sequestro di beni a due imprenditori dell'agrigentino e del trapanese entrambi detenuti per mafia

"In particolare rilevo che uno dei due, Fontana - aggiunge -, si era assicurato il controllo del mercato del calcestruzzo e delle attivita' di movimento terra. Tutto questo con l'emendamento da me presentato e gia' approvato dall'Aula del Senato, nel ddl Anticorruzione, in futuro non accadra' piu'. Queste attivita', infatti, potranno essere svolte - conclude il senatore del Pdl - solo da soggetti accreditati presso le Prefetture e quindi: fuori la mafia dai sub appalti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog