Cerca

Firenze: 318 societa' cinesi indagate, 238 mln evasione e 24 arresti

Cronaca

Firenze, 21 giu. - (Adnkronos) - Trecentodiciotto societa' cinesi indagate, 70 posto sotto sequestro, 24 arresti, 238 milioni evasi al fisco. Sono i numeri dell'operazione 'Cian Ba' della Guardia di Finanza di Firenze, condotta dai militari del comando regionale della Toscana. Le ditte coinvolte, con sede nelle province di Firenze, Prato e Pisa e operanti nei settori di pelletteria, tessile e pronto moda, avrebbero omesso di fatturare e di dichiarare al fisco 238 milioni di euro nel triennio 2007-2009, denaro inviato illecitamente in Cina servendosi di agenzie money-transfer di Sesto Fiorentino e Prato.

L'inchiesta, iniziata un anno fa, aveva portato all'esecuzione di 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere e al sequestro di 73 aziende. E ora le persone indagate nell'ambito delle due maxi-indagini sono in totale 366. Secondo quanto emerso, le ditte cinesi utilizzavano i 'money transfer' per pagare in nero le forniture di materie prime e i prodotti importati dalla Cina. Consegnato all'agenzia, il denaro veniva frazionato in centinaia di tranches da 1999,99 euro ciascuna, sperando di eludere i controlli fiscali.

Le imprese sequestrate, 70 su 318 indagate, sono quelle che hanno evaso le cifre piu' alte, mentre nei riguardi dei titolari delle 70 societa', tutti denunciati, attualmente le fiamme gialle hanno proceduto al sequestro di beni patrimoniali per circa 25 milioni di euro. Perquisizioni domiciliari nei riguardi dei titolari indagati sono state effettuate anche in Friuli Venezia Giulia, Liguria e Sardegna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog