Cerca

Criminalita': sequestrati beni per oltre 23 mln euro a clan Parisi

Cronaca

Bari, 22 giu. (Adnkronos) - I militari del Nucleo polizia tributaria della guardia di finanza Bari, in collaborazione con il Servizio centrale investigazione sulla criminalita' organizzata di Roma, in esecuzione di provvedimenti emessi dal Tribunale di Bari, hanno sequestrato beni mobili ed immobili, per un valore di oltre 23 milioni di euro riconducibili a presunti esponenti del clan Parisi-Stramaglia, gia' coinvolti nell'indagine ''Domino''.

Come fa sapere la guardia di finanza, si tratta in particolare di Luigi Caldarulo, Giacinto Carvutto, Francesco Fumarola, Emanuele Labellarte, Francesco Labellarte, Giuseppe Lonigro, Battista Lovreglio, Leonardo Marangi, Nicola Settanni, Luigi Spinelli. Tutti sono imputati, a vario titolo, nel maxi processo che vede coinvolti, tra gli altri, il boss dell'omonimo clan, Savino Parisi, per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, riciclaggio, usura, estorsione e trasferimento fraudolento di valori.

Tra i beni sottoposti a sequestro spiccano ville di lusso e appartamenti, terreni (ubicati a Bari, Valenzano, Monopoli, Mola di Bari, Torre a Mare, Triggiano, Adelfia, Cassano delle Murge e Ostuni), auto di grossa cilindrata, cavalli da corsa, conti correnti bancari, societa' operanti nel settore del commercio di generi alimentari, della costruzione di edifici, del commercio di abbigliamento, della manutenzione di autoveicoli, della rivendita di tabacchi lavorati nazionali ed esteri. L'intero patrimonio sequestrato e' stato affidato a tre amministratori giudiziari nominati dal Tribunale di Bari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog