Cerca

Sanita': cresce la telemedicina in Veneto

Cronaca

Venezia, 22 giu. (Adnkronos) - Come trasformare una sperimentazione in un sistema di servizi di telemedicina imperniato su innovazione ed efficienza. Questo il contenuto del progetto Health Optimum, iniziativa europea avviata in Veneto nel 2004, che ha prodotto risultati di notevole successo.

A due anni dalla conclusione del progetto, su mandato della Regione Veneto, l'Ulss 9 Treviso e Arsena'l.it, Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanita' Digitale, venerdi' 24 giugno alle ore 9 a Villa Lorenzon a Treviso presenteranno i risultati del monitoraggio dei servizi implementati, che dimostrano l'utilizzo a regime della rete per il teleconsulto neurochirurgico, il telelaboratorio e la sperimentazione di due nuovi servizi: la gestione decentrata dei pazienti in Terapia Anticoagulante Orale e il teleconsulto neurologico per l'ictus ischemico.

Il valore aggiunto dell'esperienza e' stata la costruzione di una piattaforma tecnologica che ha permesso di collegare tra loro tutte e 23 le Aziende Sanitarie e Ospedaliere del Veneto. ''Questo - ha sottolineato Coletto - e' un risultato di estrema importanza, che si inquadra perfettamente in quella che e' una delle linee strategiche della Regione in materia di sanita', e cioe' l'informatizzazione e la digitalizzazione del settore, che stiamo perseguendo anche con altre due ''creazioni'' di Arsena'l, come il Progetto Veneto Escape per la trasmissione dei referti via internet ed il Progetto Doge per arrivare alla realizzazione del fascicolo sanitario elettronico''.(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog