Cerca

Archeologia: un viaggio per immagini svela la storia della via Appia

Cultura

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Un viaggio per immagini alla scoperta della Regina Viarum, la grande via Appia. Un tracciato che custodisce memorie uniche spesso poco valorizzate. E, nella maggior parte dei casi, abbandonate a se stesse. Un percorso, offeso dall'abusivismo, dal degrado e dall'incuria, che e' stato 'terreno di scontro' tra chi lo ha difeso e chi lo ha violentato con scempi di ogni genere.

A raccontare la storia controversa degli ultimi decenni della Regina Viarum, segnata dal degrado e dall'abbandono, ma anche da riscatto, ci pensano le 80 immagini presentate nella mostra 'La mia Appia. Laboratorio di mondi possibili tra ferite ancora aperte' che potra' essere visitata da domani all'11 dicembre nel complesso di Capo di Bove. L'iniziativa e' stata presentata questa mattina a Roma, dal ministro per i Beni e le Attivita' Culturali, Giancarlo Galan, da Anna Maria Moretti, sovrintendente per i Beni archeologici di Roma Capitale e da Rita Paris, coordinatrice della mostra.

"Questa mostra -ha detto il ministro Galan- non mi rende felice perche' mi ha fatto vedere tutto quello che non avremmo dovuto fare in Italia. Le mancanze e trascuratezze infatti, sono la testimonianza di come abbiamo dimenticato la via Appia. Ci sono episodi importanti di abusi ed illegalita'. Episodi che dimostrano il disinteresse e la distrazione di generazioni di italiani. Pensate -ha aggiunto Galan- cosa sarebbe potuta essere la via Appia se fossimo intervenuti per tempo e in modo adeguato. Tuttavia, le mancanze che abbiamo registrato mi incitano ad intervenire senza esitazione". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog