Cerca

Toscana: rischio sismico, aggiornate classificazioni (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Attualmente - ha spiegato Bramerini - il criterio della classificazione sismica si pone come riferimento solo per la disciplina dell'attivita' di controllo e prevenzione. Differenzia le zone dove e' obbligatoria l'autorizzazione per ogni singolo progetto, da quelle dove vige un controllo a campione, secondo percentuali variabili''.

La proposta di aggiornamento ''persegue l'obiettivo di passare ad un regime di controlli basato sulle caratteristiche del sito, concentrando l'attenzione, e quindi una maggiore percentuale di controlli sui progetti, sulle aree che ai sensi dei criteri nazionali sono piu' pericolose''. Nel dettaglio, secondo i criteri vigenti di pericolosita' sismica si creerebbe una Zona 3 (cioe' a bassa sismicita') molto estesa (oltre il 70 per cento del territorio regionale).

Da qui la necessita' di adottare un ''nuovo parametro di graduazione delle percentuali dei progetti da sottoporre a controllo, basata sulle stesse fasce di accelerazione individuate delle norme tecniche nazionali''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog