Cerca

Sanita': ex assessore Piemonte davanti a pubblici ministeri (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Caterina Ferrero, ex assessore alla Sanita' del Piemonte, aveva ricevuto un avviso di garanzia lo scorso 27 maggio. La sua posizione si era poi aggravata una settimana fa e per lei erano stati disposti gli arresti domiciliari. La vicenda in cui l'assessore e' indagata per turbativa d'asta, riguarda la fornitura di pannoloni inserita in un bando regionale poi stralciato per porre in essere un accordo con Federfarma.

La Ferrero e' anche indagata per abuso d'ufficio per l'affidamento, senza gara, del servizio di emodinamica dell'ospedale di Chivasso (To) a una clinica privata. Per la stessa inchiesta e' ancora in carcere Piero Gambarino, braccio destro della Ferrero in Regione e ritenuto dalla Procura figura centrale dell'inchiesta.

Agli arresti domiciliari invece Vito Plastino, commissario dell'Asl To5, Pierfrancesco Camerlengo, legato a societa' private che operano nel settore sanitario, l'odontoiatra Marco Mozzati e il presidente e il segretario di Federfarma, Luciano Platter e Marco Cossolo. Una misura piu' ''leggera'', l'obbligo di dimora, per il sindaco di Cavagnolo, Franco Sampo'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog