Cerca

Rifiuti: Confcommercio Napoli, molti esercizi a rischio chiusura

Cronaca

Napoli, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Se l'emergenza prosegue molti esercizi commerciali potrebbero essere costretti a chiudere in breve tempo''. Il presidente di Confcommercio Napoli Pietro Russo lancia l'allarme sulle conseguenze dell'emergenza rifiuti per il tessuto commerciale. ''L'emergenza e' diventata catastrofe non solo a Napoli, ma anche in molti Comuni della Provincia - prosegue Russo - le prime ad essere danneggiate sono le imprese della filiera alimentare: ristoranti, bar, pasticcerie, gelaterie, dettaglianti alimentari. Chi volete che si sieda ad un ristorante o acquisti generi alimentari in strade assediate da spazzatura e miasmi? Ma rischiano anche le altre categorie, poiche' non si fa shopping dove le strade sono impraticabili ed i cumuli sono a ridosso dei negozi".

Il presidente Fipe provinciale, Salvatore Trinchillo, descrive la situazione degli esercizi pubblici: ''Ristoranti e bar non possono usare gli spazi all'aperto nel pieno della bella stagione, la gente non compra neanche un gelato da passeggio se lo deve consumare tra la puzza. Per le tante aziende il cui picco lavorativo coincide con la stagione estiva, questo e' un colpo mortale".

''Anche un solo giorno in piu' in queste condizioni e' un passo verso il baratro'' conclude Russo, che rivolge un appello al Presidente della Repubblica ed alle istituzioni: ''Ci rivolgiamo al Capo dello Stato affinche' solleciti il Governo, la Regione, le Provincie ed i Comuni a superare ogni particolarismo ed a lavorare uniti per superare l'emergenza. La tragedia di Napoli e provincia e' un dramma per l'intero Paese: nessuno puo' chiamarsi fuori".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog