Cerca

Frane: Cosenza, a due anni da alluvioni imprese non ricevono pagamenti, rischio fallimento

Cronaca

Cosenza, 22 giu. - (Adnkronos) - Quindici imprese edili dell'alto Tirreno cosentino rischiano il fallimento a causa del mancato pagamento dopo gli interventi post alluvionali del 2009. Gli imprenditori, gia' costretti nei mesi scorsi a licenziare alcuni dipendenti, si sono costituiti in un comitato per chiedere la risoluzione al problema che li sta mettendo in grosse difficolta'. Il portavoce del comitato Filippo Natale, dopo diversi contatti con la struttura regionale della Protezione civile e la prefettura di Cosenza, ha scritto in questi giorni una lettera indirizzata anche al presidente del Consiglio per chiedere un intervento risolutorio.

Il problema, rilevano dalla Protezione civile regionale e dal dipartimento lavori pubblici della Regione Calabria, e' che l'allora sindaco di Belvedere Marittimo Mauro D'Aprile aveva chiesto contributi per circa 11 milioni di euro, ma l'importo era sembrato da subito eccessivo per i lavori di somma urgenza, e cosi' la Protezione civile regionale ha interessato il dipartimento nazionale che ha inviato un ispettore del ministero dell'economia. Il funzionario ha concluso l'attivita' ispettiva nelle scorse settimane ed entro il mese di luglio rendicontera' agli organi competenti sull'effettiva liceita' dei contributi richiesti.

L'ingegnere Pasquale Gidaro del settore lavori pubblici della Regione Calabria precisa che ''i fondi sono solo contributi distribuiti dal commissario delegato, mentre dei lavori assegnati dai Comuni alle ditte contrattualmente rispondono le amministrazioni locali''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog