Cerca

Criminalita': Foggia, boss latitante andava a feste private e incontrava moglie (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Sia il gruppo di Foggia (guidato da Francavilla) sia il gruppo di Manfredonia-Monte Sant'Angelo (legati direttamente ai li Bergolis) si sono presi letteralmente cura del boss: lo hanno praticamente accudito in tutte le sue necessita', sia di carattere pratico, sia di carattere sentimentale.

Tutti gli arrestati si sono messi a disposizione in modo non solo da facilitargli la latitanza fornendogli sicuri rifugi (fra Monte Sant'Angelo, Manfredonia, Zapponeta e Foggia), somme di denaro, armi, generi alimentari e di conforto, vestiti griffati, ma soprattutto garantendo al boss la possibilita' di essere continuamente in contatto con la propria famiglia. Va ricordato che la notte dell'arresto l'uomo si trovava proprio a letto con la propria consorte, nel centro di Monte San'Angelo, in una casa messagli a disposizione da uno degli arrestati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog