Cerca

Toscana: servizio mensa, rivoluzione ecologica in Consiglio regionale

Cronaca

Firenze, 22 giu. - (Adnkronos) - Con il nuovo capitolato per le mense e la bouvette troveranno spazio, in Consiglio regionale, prodotti di filiera corta, prodotti biologici, acqua naturalizzata con l'eliminazione della bottiglie di plastica, menu' per vegani ed alimenti per celiaci. Questo, a grandi linee, e' quanto l'Ufficio di Presidenza di Palazzo Panciatichi intende realizzare con la gara d'appalto per la gestione dei propri punti ristoro vincolando la ditta che vincera' ad una maggiore attenzione verso l'ambiente, verso il sistema produttivo locale e il rispetto delle persone che presentano problemi di celiachia o che semplicemente sono vegetariane o vegane, cioe' non assumono alcun alimento derivato da animali.

A spiegare le nuove linee dell'Assemblea toscana in materia di alimentazione sono stati questa mattina i due segretari questori dell'Ufficio di Presidenza, Mauro Romanelli e Gian Luca Lazzeri, che hanno la responsabilita' della vigilanza sulle mense e sulla bouvette del Consiglio.

''Come prima cosa verranno eliminate le bottigliette di plastica, che davvero non sono un bello spettacolo a vedersi in tema di sensibilita' ambientale, specie dentro i palazzi di un'Istituzione che del rispetto dell'ambiente fa spesso un suo cavallo di battaglia'', ha affermato Romanelli. Che ha precisato: ''Poi chi si aggiudichera' l'appalto dovra' installare, a proprie spese, la strumentazione per l'erogazione di acqua naturalizzata a norma di legge, naturale e frizzante. Caraffe e bicchieri, inoltre, saranno solo in vetro perche' sara' tassativamente vietata la plastica''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog