Cerca

Lazio: turismo equestre, proposta legge su maneggi e ippoterapia

Cronaca

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Il Lazio vuole sorpassare la Toscana nel turismo equestre. E lo puo' fare, perche' ha le risorse necessarie. Infatti, con oltre 30 mila esemplari, la nostra Regione e' al primo posto in Italia per numero di equini presenti sul territorio''. Cosi' il presidente della commissione Sviluppo economico, innovazione, ricerca e turismo del Lazio, Giancarlo Miele (Pdl), il quale ha oggi presentato la proposta di legge di cui e' primo firmatario che detta 'Disposizioni relative al turismo equestre, ai centri ippici e all'ippoterapia'.

''Settemila sono i proprietari e 6500 le aziende dedite all'allevamento del cavallo - ha proseguito Miele - Si tratta di un patrimonio importante che la Regione Lazio intende valorizzare. Non dobbiamo fermarci alla valorizzazione dei siti archeologici, bensi' dobbiamo incentivare anche altre forme di fruizione del territorio. Con questa proposta di legge possiamo puntare al sorpasso della Toscana, dando regole certe a un settore che attualmente vive in una zona grigia e non chiara dell'economia del territorio.''.

La proposta di legge n. 192 interviene in tutti i campi in cui i cavalli hanno un ruolo centrale, partendo proprio dalla definizione degli ambiti d'intervento: turismo equestre, centri ippici e ippoterapia. La PL 192 detta disposizioni per agevolare l'apertura di vere e proprie ippovie, mediante la riapertura e manutenzione di strade carrarecce, mulattiere, sentieri, tratturi e piste, prevedendone il completamento soprattutto in prossimita' delle aree di rilevante valore storico e paesistico, nonche' attraverso la concessione di immobili demaniali da adattare a punti di sosta per i turisti a cavallo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog