Cerca

Finanza: Italia scende nella classifica dei ricchi, 170mila 'Paperoni'

Economia

Milano, 22 giu. - (Adnkronos) - In Italia cala il numero di ricchi con un patrimonio finanziario di almeno un milione di dollari, mentre cresce o rimane stabile nel resto del mondo. "E' colpa di un Pil che cresce meno che negli altri stati e di una performance negativa del mercato, la cui capitalizzazione e' scesa del 13,6% nel 2010". Il dato emerge dal 'World Wealth Report' 2011, presentato oggi nella sede milanese della Bank of America da Merrill Lynch wealth management, l'istituzione finanziaria che fa capo alla banca statunitense e dalla societa' di consulenza Capgemini.

Dopo una crescita del 9,2% nel 2009, nel 2010 il numero di ricchi, denominati Hnwi (High Net Worth Individual) in Italia e' diminuito del 4,7%. Oggi nel Paese si contano 170.400 ricchi investitori, mentre nel 2009 erano 178.800. L'Italia perde il nono posto nella classifica dei primi 12 paesi per presenza di 'Paperoni', lasciandolo all'Australia.Una performance negativa simile a quella della Spagna, che perde il 12esimo posto e passa in 14esima posizione.

Il motivo del declassamento "e' un aumento limitato del Pil, cresciuto dell'1,3% nel 2010 e di un calo del 13,6% della dimensione del mercato, che invece era cresciuta del 25,6% nel 2009 rispetto al 2008".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog