Cerca

Energia: Gardini (Pdl), per Porto Tolle segnale chiaro da Regione Veneto

Economia

Rovigo, 22 giu. - (Adnkronos) - ''La decisione della Regione Veneto di attivare una procedura d'urgenza per modificare la legge sul Parco del delta del Po e salvare cosi' la riconversione a carbone della centrale Enel di Porto Tolle manda un segnale chiaro ed efficace a tutti i cittadini che avevano riposto in questo progetto tutte le loro speranze, penso alle migliaia di persone che da questa riconversione otterranno un posto di lavoro.'' E' il commento dell'europarlamentare del Pdl Elisabetta Gardini sulla possibilita' di modifica del l'articolo 30 della legge regionale che istituisce il Parco del Delta del Po.

"Con questa decisione rispondiamo anche all'Europa che si era detta preoccupata per lo stop improvviso dei lavori, non dimentichiamo che la riconversione e' in parte finanziata proprio dalla Comunita' Europea. Le istituzioni regionali - continua la Gardini - sembra abbiano capito che non portando a termine il progetto pilota per la cattura e lo stoccaggio della Co2 si sarebbero giocate una buona fetta della propria reputazione a livello europeo''.

Elisabetta Gardini conclude dicendo ''Il Presidente del Consiglio Regionale Clodovaldo Ruffato e' perfettamente conscio dell'importanza che ha in questo momento il lavoro dell'assemblea veneta. I cittadini , soprattutto le 4mila persone che aspettano un lavoro dalla centrale, esigono chiarezza.''

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog