Cerca

Lazio: turismo equestre, proposta legge su maneggi e ippoterapia (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''In pochi sanno che la provincia di Roma, con 13 mila esemplari e' la prima in Italia per numero di equini - ha spiegato Carlo De Romanis (Pdl), cofirmatario del provvedimento con Miele e Francesco Battistoni (Pdl) - Ma anche nelle altre province gli esemplari presenti sono una risorsa considerevole - ha proseguito De Romanis - Il Lazio si distingue anche per il numero di razze presenti. Ben cinque sono quelle consolidate: il Tiro Pesante Rapido, il Maremmano, Il Tolfetano, il Lipizzano, alle quali si aggiungono le due razze recentemente riconosciute: il Cavallo appenninico e il Cavallo Romano della Maremma laziale. Ma oltre al turismo equestre, che e' una risorsa fondamentale per lo sviluppo economico e occupazionale della nostra Regione, con questa proposta di legge intendiamo intervenire nel settore dell'ippoterapia''.

Si tratta di un passaggio fondamentale del provvedimento. Finalmente si darebbe una legittimazione a quell'insieme di interventi terapeutici e riabilitativi diretti al recupero funzionale e sociale dei soggetti affetti da minoranze fisiche, psichiche, sensoriali praticati con equidi, svolti oggi in via sperimentale in una sorta di limbo normativo. Con questa legge otterrebbero un riconoscimento tanto l'ippoterapia quanto ''l'attivita' assistita con animali'', presso strutture autorizzate dalla Regione e da personale opportunamente formato, consentendone anche la fruizione come prestazioni del servizio sanitario.

Tale riconoscimento formale da parte della Regione inoltre potrebbe rendere possibile il sostegno pubblico alle strutture operanti nel settore, come per esempio la Onlus l'Auriga di Prima Porta, che sta chiudendo i battenti per mancanza di fondi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog