Cerca

Ricerca: studio universita' Milano, mitocondri avevano la coda

Cronaca

Roma, 22 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - L'antica presenza del flagello, ossia di una sorta di coda microscopica che permetteva ai mitocondri di muoversi, e' stata messa in luce da uno studio coordinato da Claudio Bandi, parassitologo presso la Facolta' di veterinaria dell'universita' degli Studi di Milano, in collaborazione con ricercatori delle Facolta' di scienze e di agraria dello stesso ateneo, e con le universita' di Sidney, Valencia, Pavia e Milano Bicocca.

L'origine della cellula eucariotica, cioe' quella del nucleo, rappresenta uno degli eventi fondamentali nella storia della vita sulla Terra. Si tratta dell'elemento strutturale di base delle piante e degli animali, incluso l'uomo. Studi recenti indicano come momento chiave per la nascita di queste cellule la simbiosi tra il progenitore della cellula eucariotica e un batterio aerobio, il progenitore del mitocondrio. Milioni di anni di coabitazione avrebbero cementato l'unione tra mitocondri e cellule ospiti fino alla trasformazione dei mitocondri in quello che sono ora, una parte integrante e integrata della cellula eucariotica.

Lo studio, pubblicato sulla rivista 'Molecular Biology and Evolution' - informa una nota - ha permesso di ricostruire alcune delle caratteristiche dell'antenato batterico del mitocondrio e delle fasi iniziali della simbiosi che ha portato all'origine della cellula eucariotica. L'indagine ha preso avvio con il sequenziamento del genoma di Midichloria mitochondrii, un batterio molto speciale, caratterizzato dalla capacita' di moltiplicarsi all'interno dei mitocondri e dal fatto di essere evolutivamente vicino ai mitocondri, un loro 'parente stretto' insomma. Il genoma di Midichloria e' stato confrontato con quelli di altri batteri affini, altri 'parenti' del mitocondrio e dal raffronto sono emerse due caratteristiche del batterio assenti negli altri batteri del gruppo: la presenza della 'coda' e la sua capacita' di sopravvivere in un ambiente a bassa concentrazione di ossigeno. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog