Cerca

Ricerca: studio universita' Milano, mitocondri avevano la coda (2)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Entrambe queste caratteristiche sono risultate essere ancestrali, presenti gia' nel batterio che stabili' la simbiosi con l'antenato della cellula eucariotica e che divenne il mitocondrio. Ed entrambe sono poi scomparse nel corso dell'evoluzione, verosimilmente perche' non erano piu' utili nelle nuove condizioni di vita. Per questo non si sono mai piu' ritrovate ne' nel mitocondrio ne' in altri batteri affini, con l'eccezione di Midichloria.

Le conclusioni dello studio permettono di proporre una nuova ricostruzione dell'antenato del mitocondrio e chiariscono aspetti dibattuti sull'origine della cellula eucariotica. La presenza di un flagello, cioe' della 'micro-coda', permette infatti di comprendere la modalita' d'ingresso del proto-mitocondrio nella cellula ospite, che possiamo immaginare sia avvenuta con un meccanismo analogo, seppur con origine e funzionamento diversi, a quello che permette allo spermatozoo di superare la membrana piu' esterna della cellula uovo.

Inoltre, la caratteristica della microaerofilia dell'antenato del mitocondrio, scoperta da questo studio, ossia la sua capacita' di sopportare condizioni di carenza di ossigeno, chiarisce un aspetto importante relativo al tipo di ambiente in cui avvenne l'incontro tra l'antenato del mitocondrio e l'antenato della cellula eucariotica, dando un contributo determinante su una questione molto dibattuta. Fino a oggi infatti si pensava che i mitocondri derivassero da batteri aerobi (cioe' che vivono bene solo in ambienti ricchi di ossigeno) e questo rendeva problematico capire in che tipo di ambiente simili batteri avessero potuto entrare in contatto con i precursori delle cellule eucariotiche, non aerobi, per i quali cioe' l'ossigeno era tossico. Una piccola codina dunque e la capacita' di sopravvivere anche con poco ossigeno, due nuovi segreti svelati alla base dell'evoluzione della vita sulla terra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog