Cerca

Lazio: Legambiente, regione al settimo posto in classifica 'Mare Monstrum 2011' (3)

Cronaca

(Adnkronos) - "All'immobilismo verso l'innovazione e la qualita' sulle coste del Lazio si sommano pericolose illegalita' e veri e propri reati su abusivismo e mare inquinato, compromettendo il fragile equilibrio del nostro mare - afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio - Sull'abusivismo edilizio, tranne che in pochi casi, la Regione Lazio ha abdicato: dopo la presentazione del primo rapporto sul fenomeno, che descriveva una situazione molto preoccupante proprio sul litorale, non si vista una ruspa in azione per gli abbattimenti e anche il sostegno ai Comuni con il fondo di rotazione quasi azzerato, mentre i poteri sostitutivi non sono stati mai usati".

"Serve un colpo alla criminalita' - ha concluso Parlati - le forze dell'ordine e le procure lavorano molto, con risultati importanti soprattutto nel sud pontino, ma le amministrazioni non portano a termine gli abbattimenti. Anche sul caso dell'ex ecomostro dei Ciurli a Fondi, abbattuto ormai molti anni fa, chiediamo con forza la riapertura ai cittadini dell'area".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog