Cerca

Immigrati: Terres des Hommes, atti autolesionistici tra minori Lampedusa

Cronaca

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Atti autolesionistici tra i minori migranti a Lampedusa. Lo denuncia l'Ong Terre des Hommes che si dice "estremamente preoccupata per le condizioni in cui versano i minori stranieri non accompagnati presenti sull'isola", per i quali ha appena avviato un progetto di assistenza giuridica e legale. L'ong ritiene pertanto "indispensabile velocizzare la loro presa in carico in strutture adeguate".

"Stiamo ravvisando nella maggior parte di loro uno stato di precario equilibrio, soprattutto psicologico ed emotivo'', dichiara Federica Giannotta, responsabile Diritti dei minori di Terre des Hommes, organizzazione da 50 anni impegnata nella tutela dell'infanzia. "La detenzione prolungata, di fatto contraria alle procedure di accoglienza dei minori, che spesso si protrae anche per piu' di 30 giorni in strutture assolutamente inadatte ad accoglierli - prosegue - sta spingendo all'esasperazione alcuni di loro''. E' di ieri, infatti, la notizia - si legge nella nota dell'Organizzazione - che alcuni minori hanno commesso atti autolesionistici molto gravi che li hanno portati anche a rischiare la vita.

"E' chiaro che nonostante i pur enormi sforzi delle organizzazioni presenti sul campo - conclude Giannotta - questi minori restano ostaggio di procedure che hanno perso la funzione dell'accoglienza protettiva, come detta la Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia, a cui l'Italia deve sempre riferirsi in materia di minori''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog