Cerca

Ricerca: i milanesi del Rinascimento? Artritici e avvelenati dal piombo (3)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Se le ossa parlano di gambe e braccia curve, articolazioni gonfie o addirittura fuse, le chiome raccontano di un'intossicazione cronica tutta da spiegare. "Le chiome analizzate sono piene di piombo", riferisce Cattaneo. La cripta non c'entra, precisa l'esperta, perche' prima dello screening i capelli sono stati lavati.

Per spiegare la "presenza pesantissima" di questo metallo Francesca Vaglienti, docente di storia medievale della Statale milanese, ipotizza da un lato l'utilizzo del peltro per fabbricare piatti e bicchieri, ma chiama in causa anche la cosmesi medievale. L'abitudine al trucco, infatti, all'epoca era trasversale e interessava gli uomini come e piu' delle donne. Per esempio gli attori, maschi che grazie al trucco interpretavano anche ruoli femminili. O le prostitute, che anche allora 'puntavano' sul trucco. Mestieri antichi fatti dai poveri: "Non dimentichiamoci infatti - puntualizza la storica - che le ossa analizzate appartenevano agli 'ultimi', ai poveri che per morire non avevano un letto se non in questo ospedale", il piu' antico della Lombardia.

Piu' difficile, invece, trovare le tracce delle epidemie di peste che hanno messo in ginocchio la citta' nel 1485 e nel 1630: "E' una malattia con un decorso troppo fulminante per lasciare traccia nelle ossa - evidenzia Cattaneo - Forse pero' potranno dirci qualcosa le prossime indagini genetiche". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog