Cerca

Beni culturali: eccezionale ritrovamento nella chiesa di Roccapelago (2)

Cultura

(Adnkronos) - Aprire quella botola e' stato come entrare in una strana wunderkammer. Un primo studio delle mummie ha gia' definito alcuni caratteri di quell'antica comunita', stile di vita, frequenza e distribuzione dei decessi di adulti e bambini, longevita' maschile e femminile. La religiosita' e' attestata da evidenti forme di pietas, come la composizione dei cadaveri con le mani intrecciate in preghiera o sull'addome, la permanenza di anelli nuziali, collane, crocifissi, rosari e medaglie, o la fasciatura della mandibola per evitare lo spalancamento della bocca.

Sorprendenti, per consistenza e buona conservazione, i tessuti recuperati. Vestivano alla montanara: niente seta, al massimo qualche bordo in merletto, solo abiti semplici in lino, cotone o lana grezza, lavorati in loco, ad attestare una vita povera ma sobria. Assolutamente singolare il ritrovamento di una rara lettera "componenda" o di "Rivelazione", una sorta di accordo con Dio che, portata sempre addosso, ''garantiva'' protezione e grazie in cambio di preghiere.

Certamente l'ambiente montano rendeva dura la vita e tutti i resti adulti recano tracce delle pesanti attivita' all'aperto. Ulteriori studi potranno ricostruire la storia antropologica e culturale di questa piccola comunita', recuperando non solo l'aspetto fisico, il sesso e l'eta' dei defunti ma anche la loro dieta, le carenze alimentari e persino le malattie e gli eventi traumatici di cui hanno sofferto nel corso della vita, fino a capire quanto del loro patrimonio genetico si sia conservato fino a oggi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog