Cerca

Beni culturali: eccezionale ritrovamento nella chiesa di Roccapelago (3)

Cultura

(Adnkronos) - L'obiettivo comune di Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, Universita' di Bologna, Universita' di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Ufficio Diocesano Arte Sacra di Modena, Comune di Pievepelago, Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, Musei Civici di Modena e altri istituti di studio e ricerca e' interpretare quanto e' emerso dagli scavi e offrirlo al pubblico sotto forma di "narrazione storica".

Per fare cio' si e' messo a punto un approccio pluridisciplinare che incrocera' gli aspetti archeologici, antropologici e storici con un'attenta valutazione delle esigenze di esposizione e conservazione di reperti altamente deperibili quali i resti umani e i corredi tessili. La valorizzazione di questo straordinario rinvenimento si avvarra' anche delle piu' moderne tecnologie digitali a cominciare dalla ricostruzione 3D delle sepolture piu' significative e dalla creazione virtuale di interventi di restauro e modelli di mummie

La Chiesa della Conversione di San Paolo Apostolo, a Roccapelago, sorge su uno sperone roccioso elevato, con una sola via d'accesso, che fu sfruttato tra il 1370 e il 1400 per insediarvi una fortezza presidiata da Obizzo da Montegarullo, uno dei piu' potenti signori del Frignano, che alla fine del XIV secolo si ribello' al dominio agli Estensi. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog