Cerca

Toscana: incendi boschivi, accordo rinnovato fra Regione e Vigili del Fuoco (4)

Cronaca

(Adnkronos) - E' previso anche che i fuochi accesi al di fuori della distanza di 200 metri dal bosco siano in ogni caso spenti entro le 10 del mattino. Gli abbruciamenti di residui vegetali provenienti da ripuliture o potature effettuate nei castagneti dafrutto sono, invece, consentiti dall'alba e fino alle 9 del mattino. Le province hanno la facolta' di vietare sia gli abbruciamenti nella fascia oltre i 200 metri dal bosco, sia quelli all'interno dei castagneti da frutto e possono anche modificare il periodo a rischio incendi.

A questo proposito la provincia di Pisa ha anticipato l'inizio del periodo a rischio al 21 giugno per i territori dei comuni di Buti, Calci, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano; in tutti questi territori, ad eccezione di Vecchiano, e' vietata ogni forma di abbruciamento fino alla fine di agosto.

La provincia di Lucca ha deciso invece di far partire il periodo ad alto rischio dal 22 giugno nei comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Montecarlo, Viareggio, Camaiore, Massarosa, Pietrasanta e Forte dei Marmi. Per tutti gli altri comuni invece la decorrenza sara' dal 1 luglio. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog