Cerca

Pirati: commissione Difesa Senato, militari o sicurezza privata su navi italiane

Cronaca

Genova, 23 giu. - (Adnkronos) - Squadre armate della Marina Militare o di compagnie di sicurezza private difenderanno le navi italiane dai pirati. Saranno gli armatori a scegliere se avvalersi dei militari o dei privati. E' quanto prevede la risoluzione approvata ieri pomeriggio all'unanimita' dalla commissione Difesa del Senato, che impegna il Governo ''a predisporre mediante lo strumento della decretazione d'urgenza, a partire dal prossimo atto di rifinanziamento delle missioni internazionali, un provvedimento che configuri quale soluzione funzionale ma non esclusiva la possibilita' di impiegare a bordo delle navi battenti bandiera italiana team armati della Marina militare, il cui derivante onere finanziario sia a totale carico degli armatori che ne faranno richiesta''.

''E, sempre nell'ambito del medesimo provvedimento, una disciplina normativa che autorizzi comunque l'armatore -qualora lo voglia o lo preferisca- ad avvalersi di servizi di sicurezza privata a bordo delle proprie imbarcazioni, finalizzati alla deterrenza ed autodifesa di fronte alla minaccia piratesca''.

Il testo della risoluzione spiega che il doppio regime giuridico, regolante, da un lato, l'offerta di team militari e, dall'altro lato, l'offerta di servizi di sicurezza privati ''rafforzerebbe lo strumento dell'autodifesa, rimettendo ai diretti interessati (armatori e/o associazioni di categoria) la liberta' di scelta della migliore e piu' conveniente opzione (militare o privata che sia), e rappresenterebbe percio' un ulteriore importante passo in avanti nella lotta alla pirateria''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog