Cerca

Milano: insulti e botte in albergo, arrestato ex Grande Fratello insieme a compagna

Cronaca

Milano, 23 giu. - (Adnkronos) - Insulti a sfondo razzista, minacce e botte. Si e' conclusa con due arresti la nottata di un ex del Grande Fratello nona edizione, Marco Mazzanti, 26 anni, insieme alla sua ex compagna, Lea Veggetti, 40 anni, che non ha partecipato al programma televisivo, ma che gia' all'epoca aveva una relazione con il ragazzo. Mazzanti era alloggiato in un hotel di via Benedetto Marcello a Milano e quando, verso le 4 del mattino, vi ha fatto ritorno, ha preteso che anche la ragazza, pur non registrata venisse fatta salire. Di fronte al diniego del custode, un filippino, cui era stata rifiutata l'esibizione della carta d'identita' che aveva richiesto alla ragazza, quest'ultima ha iniziato a insultarlo con epiteti razzisti.

E' scesa dunque nella hall dell'hotel un'ospite italiana, per lamentarsi della confusione. Anche lei e' stata insultata e spinta dal ragazzo affinche' tornasse in camera. Il custode ha dunque chiamato la Polizia: sono intervenute due volanti e ne e' nata una colluttazione con i ragazzi. Un agente e' stato accompagnato a Niguarda per accertamenti dopo avere ricevuto un morso dalla donna. Ora e' ricoverato nel reparto di infettivologia. Veggetti, oltre ad aver insultato il custode, ha anche vantato di esserre giornalista e che la vicenda il giorno dopo avrebbe fatto scalpore sulle pagine dei giornali.

I due si trovano al momento nelle camere di sicurezza della Questura. Gli arresti sono stati eseguiti in ordine ai reati di lesioni aggravate e resistenza per pubblico ufficiali. Sono stati anche indagati per ingiuria a sfondo razzista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog