Cerca

Energia: nuova linea elettrica tra Sicilia e Calabria, investimento da 700 mln (2)

Economia

(Adnkronos) - I lavori del nuovo collegamento elettrico, la cui ultimazione e' prevista entro la fine del 2013 e che avra' una capacita' fino a 2.000 megawatt, entrano ora in una fase decisiva. A Favazzina, sulla costa calabrese, dove approderanno i 6 cavi sottomarini che si stanno posando sotto lo Stretto, partono i lavori di scavo di una galleria di 3 km, di cui 350 metri si svilupperanno completamente in verticale, che colleghera' il punto d'approdo con la stazione elettrica di Scilla posta a oltre 600 metri sul livello del mare: un progetto unico al mondo per complessita' ingegneristica ed elettrica.

In Sicilia, nella stazione elettrica di Sorgente, snodo strategico della rete siciliana e punto di partenza dell'intero collegamento, iniziano invece i lavori per l'installazione delle apparecchiature (impianti di rete isolati a gas, in gergo tecnico ''blindati'') da dove fisicamente partira' il nuovo elettrodotto. Con la ''Sorgente-Rizziconi'' non vi sara' piu' il differenziale di prezzo del 40% oggi esistente tra la Sicilia e continente, che determina per la collettivita' un maggior costo in bolletta di 800 milioni di euro l'anno. Inoltre si ridurranno i rischi di blackout in Sicilia e aumentera' la sicurezza, l'efficienza e la qualita' del servizio elettrico in tutta l'area. Non meno importanti i benefici ambientali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog