Cerca

Energia: nuova linea elettrica tra Sicilia e Calabria, investimento da 700 mln (3)

Economia

(Adnkronos) - L'opera consentira' di utilizzare produzione rinnovabile, soprattutto eolico e fotovoltaico, per oltre 700 MW, e rendera' piu' efficiente la gestione dei flussi delle centrali presenti nel Sud Italia. Il collegamento ''Sorgente-Rizziconi'' significa anche minori emissioni di CO2 in atmosfera per 670 mila tonnellate l'anno e una consistente opera di bonifica della rete elettrica nelle province di Messina e Reggio Calabria. Verranno infatti dismessi oltre 170 km di linee elettriche obsolete (87 km in Sicilia e 85 km in Calabria) per 540 vecchi tralicci, riducendo in modo significativo l'impatto ambientale nei territori coinvolti. Cio' comportera' anche un recupero di materiale (acciaio, alluminio, vetro, calcestruzzo) per circa 2.500 tonnellate, pari al peso di circa 10 Statue della Liberta', e di territorio per circa 264 ettari, pari a circa 270 campi da calcio.

Il nuovo elettrodotto, che si andra' ad aggiungere al collegamento esistente tra la Sicilia e la penisola (che risale al 1985), interessa 13 comuni in Sicilia e 8 in Calabria ed e' in grado di impiegare 200 persone al giorno nei cantieri e 70 imprese specializzate tra societa' di costruzione di apparecchiature elettriche e imprese appaltatrici sia delle opere civili che elettromeccaniche nonche' di quelle specializzate in lavori a mare. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog