Cerca

Firenze: truffa 50 tra clienti e societa', Gdf arresta consulente del lavoro (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Le indagini sono iniziate a seguito di denuncie e querele presentate da numerosi clienti che avevano affidato alla consulente somme di denaro per il pagamento di imposte, contributi e cartelle esattoriali che in realta' non sono stati mai versati. Approfittando del rapporto di fiducia e professionale che riusciva ad indurre con i suoi clienti, la donna si faceva consegnare somme di denaro, per il pagamento di imposte e contributi, di cui si appropriava.

Per nascondere le conseguenze di tali sottrazioni di denaro consegnava come ricevute modelli di pagamento con falsi timbri di istituti di credito. I primi sospetti sono sorti quando, a seguito dei mancati pagamenti, l'Equitalia Cerit (societa' incaricata delle riscossioni delle imposte) ha incominciato ad emettere cartelle esattoriali. Per tranquillizzare i clienti, la consulente creava false comunicazioni riportanti la riproduzione del timbro dell'ente esattoriale per la revoca del provvedimento di fermo amministrativo in precedenza emesso, e falsi Durc (documento unico di regolarita' contributiva).

Le vittime della consulente sono risultati privati o imprese (aziende agricole, autotrasportatori, imprese edili, autoscuole, lavanderie) di Empoli, Cerreto Guidi, Scandicci, Vinci, Monsummano Terme, Montespertoli. La consulente ha realizzato truffe nei confronti di 3 istituti di credito, 2 uffici postali e 2 societa' finanziarie. La professionista richiedeva ed otteneva a nome e per conto di ignari clienti, finanziamenti personali (10.000/20.000/30.000 euro). (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog