Cerca

Pd: segreteria Roma, manifesto riprovevole? Discutiamone alla Festa

Politica

Roma, 23 giu. - (Adnkronos) - ''Un paio di gambe sono automaticamente equiparabili ad un'immagine offensiva o volgare come quelle delle ''olgettine'' che circolano sul web? Sono la stessa cosa o c'e' una differenza? Qual e' il confine oltre il quale comincia la mercificazione o l'uso improprio? Il manifesto e' una citazione pubblicitaria, una rievocazione di Marilyn Monroe del film 'Quando la moglie e' in vacanza', divenuta un'icona. Puo' piacere o non piacere. Ma e' davvero riprovevole?''. E' quanto si legge in una lettera aperta inviata dalla segreteria del Pd Roma al coordinamento 'Se non ora quando', in merito alla polemica sorta sul manifesto della Festa Democratica Romana, che ritrae una donna in posa da Marylin Monroe, ma vestita di fuxia, mentre si tiene la gonna che il vento le alza. Sotto lo slogan: ''Cambia il vento''.

''Costruiamo una discussione pubblica alla festa del Pd di Roma - e' l'esortazione della segreteria romana del partito -, dove possano confrontarsi in modo libero diversi punti di vista, senza rappresentazioni caricaturali frutto di pregiudizi che banalizzano una discussione seria, dove nessuno pensi che un giudizio critico corrisponda a un moralismo bacchettone e un giudizio positivo ad un'assenza di posizione etica''.

D'altra parte, osserva il Pd Roma, ''dal 2001 ogni manifesto o slogan scelto per la presentazione della Festa de L'Unita' di Roma e' fonte di discussione e dibattito. Perfino la scelta di mantenere il nome Festa de L'Unita' con la nascita del Pd, e' elemento di confronto tra chi ritiene di conservare una memoria e un patrimonio collettivo, che ha segnato 60 anni di storia politica Nazionale, e chi legittimamente esprime una diversa valutazione. Quest'anno la polemica verte sull'immagine utilizzata per il manifesto simbolo della Festa''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog