Cerca

Rifiuti: Cesaro, tutti si assumano le proprie responsabilita'

Cronaca

Napoli, 23 giu. - (Adnkronos) - ''Agire. Agire. Agire. Non possiamo nasconderci dietro un dito. La situazione che si e' venuta a creare parla da sola. Nessuno puo' essere esente da critiche. Io per primo mi assumo le mie responsabilita', ma insieme a me lo devono fare tutti, anche ogni sindaco della nostra provincia. Sono finiti i tempi del temporeggiamento, delle riflessioni, delle concertazioni: ora deve essere la stagione delle decisioni, delle scelte, delle azioni ''. Lo ha affermato il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, al termine di una riunione con i suoi piu' stretti collaboratori durante la quale e' stato fatto il punto sull'attuale crisi dei rifiuti sul territorio provinciale.

''Rivolgo a tutti i sindaci della Provincia di Napoli - ha continuato Cesaro - un appello accorato ma fermo: chiedo a tutti nei prossimi giorni una collaborazione assoluta e la massima disponibilita' nell'attuazione di provvedimenti e determinazioni che tutti saremo chiamati ad assumere per risolvere la crisi in atto. Nei mesi scorsi ho avuto numerosissime riunioni con quasi tutti gli amministratori dell'area metropolitana napoletana. Mi ero impegnato nella ricerca di scelte condivise e nella convergenza di azioni comuni. Era giusto, ma questo spesso si e' tradotto in un immobilismo che male ha fatto alla collettivita'. Ripeto, mi assumo le responsabilita' di una ricerca forse eccessiva di una concertazione con tutte le istituzioni del territorio, ma la cronaca di questi giorni mi impone ora di cambiare radicalmente strategia, e mi auguro che su questo indirizzo si allineino anche tutti i primi cittadini della Provincia di Napoli''.

"Non possiamo piu' guardare - ha ribadito il presidente della Provincia di Napoli - ai partiti politici, al consenso elettorale, ad opportunismi di bandiera e ad ipotesi di boicottaggi. Il nemico e' ormai uno solo: l'immobilismo. Non esistono piu' schieramenti. De Magistris avra' tutta la mia collaborazione ed il mio appoggio perche' e' il sindaco di Napoli. Il resto non deve e non puo' contare". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog