Cerca

Arte: e' morto Martino Oberto, maestro della ''poesia visiva''

Cultura

Genova, 23 giu. - (Adnkronos) - L'artista Martino Oberto maestro della ''poesia visiva'', e' morto ieri a Genova all'eta' di 86 anni. I funerali si svolgeranno sabato 25 giugno, alle ore 10.00, al cimitero genovese di Staglieno. Fin dagli anni Cinquanta, Oberto ha elaborato un linguaggio e una forma di scrittura nuovi. Nel 1953 il pittore e poeta espose a Milano con Bruno Munari e Gillo Dorfles, entrando in contatto con il gruppo Mac, Movimento Arte Concreta.

Martino Oberto oltre che alla filosofia, all'arte e alla scrittura visuale si dedico' anche al cinema sperimentale. Nel 1955 realizzo' un film di montaggio sul poeta statunitense Ezra Pound. Oberto ha dimostrato grande talento e capacita' anche nel restauro, lavorando su opere come ''La Citta' ideale'', che si trova nel Palazzo Ducale di Urbino.

Nel 1958 fondo' e dirisse la rivista ''Ana etcetera'', pubblicata in dieci numeri fra il 1959 e il 1971. Nel laboratorio che si creo' intorno alla rivista nacque la ''poesia visuale'', termine scelto in antitesi al ''visivo/immaginale'' del gruppo di artisti fiorentini nato sempre negli anni Cinquanta. Nel 1983 Oberto si trasferi' a New York, dove continuo' la sua attivita' artistica, tornando a Genova negli anni Novanta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog