Cerca

Ambiente: Acea Ato 2 su depuratore Roma nord, standard efficienza elevatissimi (2)

Cronaca

(Adnkronos) - "L'impianto - prosegue - e' regolarmente autorizzato a ricevere liquami e fanghi da altri impianti civili di piccole dimensioni, e l'apporto giornaliero di tali liquidi, mediamente valutabile nello 0,03% della portata trattata, rientra ampiamente nelle potenzialita' depurative dell'impianto". Acea Ato 2, pertanto, nega che "sia mai avvenuto il presunto sversamento di fanghi al Tevere e che vi sia stata una frode nei confronti degli obblighi derivanti dalla convenzione di gestione".

"L'insussistenza di reali condizioni di pericolo per l'ambiente - precisa Acea Ato 2 - e' testimoniata dal fatto che il provvedimento di sequestro consente lo svolgimento della normale attivita' di gestione dell'impianto, ad eccezione del conferimento di liquami dai depuratori minori, in attesa che si faccia piena luce sul caso".

"Relativamente a tali impianti - conclude - vale la pena di osservare che Acea Ato 2, al fine di adeguare alla normativa ambientale vigente gli impianti di depurazione e le reti fognarie di molti Comuni della Provincia, rilevati dalle precedenti gestioni in stato di fatiscenza e risultati del tutto inadeguati alle esigenze depurative, ha realizzato dal 1 gennaio 2003 al 31 dicembre 2010 interventi e opere per quasi 300 milioni di euro solo per opere fognarie e depurative; oltre ad interventi pari ad altri 50 milioni di euro, realizzati con finanziamenti del Comune di Roma o della Regione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog