Cerca

Palermo: ospedale Cervello, aggressione dottoressa atto di disperazione padre

Cronaca

Palermo, 23 giu. - (Adnkronos) - L'aggressione ai danni di una dottoressa dell'azienda ospedaliera 'Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello' di Palermo e' stato "l'atto di disperazione di un uomo la cui figlia domenica scorsa e' deceduta per un tumore maligno all'utero''. A precisarlo in una nota e' lo stesso nosocomio palermitano.

La giovane paziente di 23 anni era in cura da circa un anno nel reparto di Ginecologia dell'ospedale Cervello ''per una neoplasia genitale localmente molto avanzata - continua l'Azienda - Per questo era sottoposta a cure mediche (chemioterapia), in collaborazione con l'Istituto europeo oncologico (Ieo) di Milano allo scopo di ridurre il tumore e di procedere in un secondo momento a intervento chirurgico''.

Ottenuta dapprima un'ottima risposta di regressione della patologia ''purtroppo non e' stato possibile eseguire - precisa l'Azienda - l'intervento chirurgico a causa di un progressivo diffondersi della malattia. La paziente ha, poi, proseguito le cure in un altro nosocomio cittadino dove e' purtroppo deceduta qualche giorno fa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog